Benvenuto in Famiglia Cattolica
Famiglia Cattolica da MSN a FFZ
Gruppo dedicato ai Cattolici e a tutti quelli che vogliono conoscere la dottrina della Chiesa, Una, Santa, Cattolica e Apostolica Amiamo Gesu e lo vogliamo seguire con tutto il cuore........Siamo fedeli al Magistero della Chiesa e alla Tradizione Apostolica che è stata trasmessa ai santi una volta per sempre. Ti aspettiamo!!!

 
Previous page | 1 | Next page

Chiesa e Stato in Italia dalla Grande Guerra alla revisione del concordato (1914-1984)

Last Update: 2/24/2010 7:20 PM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 31,493
Registered in: 5/2/2009
Registered in: 5/2/2009
Gender: Male
2/24/2010 7:20 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Una raccolta della normativa pattizia

Chiesa e Stato in Italia tra Costituzione e laicità


di Michele Madonna
Università di Roma Tor Vergata


Il vigente Concordato del 1984 tra Chiesa cattolica e Stato italiano ha dato un impulso notevole allo sviluppo della collaborazione tra autorità civili e religiose e all'evoluzione della normativa pattizia. La sua struttura di accordo "quadro", che, in più di un caso, adotta norme generali o di principio, prevedendone il completamento con successivi accordi, ha infatti favorito l'instaurarsi di una sorta di "negoziazione permanente" tra organi civili ed ecclesiastici, e un'estensione significativa delle fonti bilaterali. L'accordo di Villa Madama ha indicato anche la Conferenza episcopale italiana tra i soggetti protagonisti, in alcune materie, delle relazioni della Chiesa cattolica con lo Stato. Si tratta di uno degli aspetti più originali ed innovativi della nuova legislazione concordataria, che appare peraltro in linea con l'invito rivolto nel 1980 da Giovanni Paolo ii alla Cei di assumere "proprie e autonome responsabilità" per la "valorizzazione di tutte le forze presenti nella comunità ecclesiale in Italia". In tempi recenti, si è assistito, inoltre, a un intenso sviluppo di accordi conclusi tra regioni ed enti locali, e competenti autorità ecclesiastiche, in primis le conferenze episcopali regionali. Tale ultimo fenomeno è essenzialmente legato alla progressiva evoluzione in senso regionalistico dell'ordinamento giuridico italiano e alla contestuale maggiore valorizzazione delle autonomie locali.

A questo variegato panorama di fonti normative di origine pattizia è dedicato il recente volume, La Chiesa cattolica in Italia. Normativa pattizia (Milano, Giuffrè, 2009, pagine 606, euro 64) a cura di Isabella Bolgiani, promosso dal Centro studi sugli enti ecclesiastici (Cesen) dell'Università Cattolica del Sacro Cuore, diretto da Giorgio Feliciani. Si tratta della prima raccolta completa degli accordi, attualmente vigenti, conclusi tra lo Stato italiano e la Chiesa cattolica - e le loro rispettive articolazioni. L'opera si apre con un ampio saggio della curatrice, che analizza con attenzione il complesso sistema delle fonti bilaterali, mettendone in risalto le principali dinamiche e prefigurandone possibili linee evolutive. Le fonti sono ripartite in tre sezioni. La prima contiene gli "Accordi tra Italia e Santa Sede", da quelli di carattere generale (Trattato lateranense e Concordato del 1984) a quelli su specifiche materie - enti e beni ecclesiastici, sostentamento del clero, riconoscimento civile delle festività religiose, riconoscimento dei titoli accademici pontifici. Nella seconda sezione sono raccolte le "Intese tra competenti autorità dello Stato e Conferenza episcopale italiana", in tema di assistenza spirituale, beni culturali di interesse religioso, e insegnamento della religione cattolica nelle scuole pubbliche. La terza è dedicata agli accordi conclusi a livello regionale, in materia di assistenza spirituale, patrimonio culturale religioso, e oratori. Il volume è arricchito da un'appendice contenente le fonti unilaterali richiamate, in via diretta o implicita, dalle disposizioni bilaterali, nonché la normativa statale (unilaterale) integrativa o attuativa della disciplina dettata dagli accordi. Inoltre, in un'apposita pagina web - consultabile all'indirizzo www.olir.it/cesen - anch'essa curata da Isabella Bolgiani, sono reperibili in tempo reale tutti gli aggiornamenti dei documenti pubblicati, ciò in considerazione del costante divenire delle fonti di origine pattizia.

L'opera, di grande interesse non solo per giuristi e operatori, ha il pregio di offrire un significativo quadro della "collaborazione" tra Stato e Chiesa "per la promozione dell'uomo e il bene del Paese", sancita dall'articolo 1 dell'Accordo del 1984. Un impegno quest'ultimo che assume senza dubbio un rilievo centrale, non solo alla luce degli insegnamenti del concilio Vaticano ii sui rapporti tra Chiesa e comunità politica, ma anche dei principi della Costituzione italiana. Infatti, il concetto di "laicità", che emerge da una lettura sistematica degli articoli 2, 3, 7, 8, 19 e 20 della Carta fondamentale, implica - come affermato dalla Corte costituzionale - "non indifferenza (...) dinnanzi alle religioni, ma garanzia dello Stato per la salvaguardia della libertà di religione, in un regime di pluralismo confessionale e culturale". In tal senso, la cooperazione tra autorità civili e religiose, nella distinzione dei rispettivi ordini, non può che apparire, come ben rilevato dalla curatrice nel saggio introduttivo e contrariamente a opinioni largamente diffuse, "una delle forme più significative di attuazione" del principio di laicità.



(©L'Osservatore Romano - 25 febbraio 2010)
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 3:14 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com