ANGLICANI USA: UNA LESBICA 55ENNE VESCOVO DI LOS ANGELES

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
S_Daniele
00Monday, December 7, 2009 10:23 PM
USA: UNA LESBICA 55ENNE VESCOVO DI LOS ANGELES

Per la prima volta la Chiesa episcopale, il ramo americano della Chiesa anglicana, ha eletto vescovo di Los Angeles una donna apertamente omosessuale. Il reverendo Mary Glasspool, 55 anni, che da più di vent'anni anni ha apertamente una relazione con un'altra donna, è stata eletta vescovo nel corso della tradizionale convention annuale della diocesi: ha ottenuto 153 voti tra gli esponenti del clero e 203 voti dagli esponenti laici, ottenendo così la maggioranza richiesta dei suffragi. Glasspool succede nell'incarico a un'altra donna, Diane Jardine Bruce, 53 anni, eletta vescovo della diocesi di Los Angeles nella convention precedente. Secondo quanto riferisce il Los Angeles Times, è la prima volta in 114 anni che due donne vengono elette consecutivamente come vescovo della diocesi. L'elezione di Mary Glasspool dovrà ora essere convalidata dai vescovi delle 108 diocesi episcopali del Paese.

PREOCCUPATO L'ARCIVESCOVO DI CANTERBURY

L'arcivescovo di Canterbury, Rowan Williams, si è detto preoccupato dopo l'elezione di una donna apertamente omosessuale a vescovo della Chiesa episcopale (la branca americana della Chiesa anglicana) a Los Angeles.
Lo riferisce la Bbc online.
«L'elezione apre questioni molto serie, non solo per la Chiesa episcopale ed il suo posto nella comunità Anglicana, ma per la comunità tutta», si legge in un comunicato di Williams pubblicato sul proprio sito web.
Oggi, il reverendo Mary Glasspool, 55 anni, che da più di vent'anni anni ha apertamente una relazione con un'altra donna, è stata eletta vescovo nel corso della tradizionale convention annuale della diocesi di Los Angeles. La sua nomina «deve essere ancora ratificata», ha sottolineato Williams: l'elezione di Glasspool dovrà infatti essere convalidata dai vescovi delle 108 diocesi episcopali del Paese. La nomina di Los Angeles arriva dopo che la Chiesa episcopale (2 milioni di fedeli negli Usa) nel luglio dello scorso anno ha tolto il bando alla consacrazione di vescovi omosessuali, posto quattro anni fa per sedare le proteste degli anglicani più conservatori ed evitare una scisma. A provocare lo scontro era stata la nomina nel 2003 del primo vescovo gay, Gene Robinson del New Hampshire.

© Copyright Ansa
S_Daniele
00Monday, December 7, 2009 10:24 PM


Circa l'elezione di due vescovi ausiliari di Los Angeles

L'allarme del primate anglicano per le scelte degli episcopaliani


Washington, 7. Per la prima volta gli episcopaliani, il ramo americano della Comunione anglicana, ha eletto vescovo ausiliare di Los Angeles un vescovo apertamente omosessuale. Il reverendo Mary Glasspool, 55 anni, che da più di vent'anni anni ha una relazione con un'altra donna, è stata eletta vescovo nel corso della tradizionale convention annuale della diocesi:  ha ottenuto 153 voti tra gli esponenti del clero e 203 voti dagli esponenti laici, ottenendo così la maggioranza richiesta dei suffragi.
Insieme con Glasspool un'altra donna, Diane Jardine Bruce, 53 anni, è stata eletta vescovo ausiliare della diocesi di Los Angeles. Secondo quanto riferisce il "Los Angeles Times", è la prima volta in 114 anni che delle donne vengono elette vescovo della diocesi. La scelta di Mary Glasspool dovrà ora essere convalidata dai vescovi delle 108 diocesi episcopali del Paese.
La notizia dell'elezione della Glasspool è stata commentata con allarme dal primate della Comunione anglicana, l'arcivescovo di Canterbury, Rowan Williams, il quale si è detto preoccupato per l'elezione a vescovo di una donna apertamente omosessuale. "L'elezione apre questioni molto serie, non solo per la Chiesa episcopale e il suo posto nella Comunione anglicana, ma per l'intera Comunione", ha spiegato l'arcivescovo in un intervento pubblicato sul sito in rete. Il processo di selezione del vescovo episcopaliano di Los Angeles è stato completato solo in parte, ha però ricordato Williams:  "L'elezione deve essere confermata, o potrebbe essere rigettata, dai vescovi diocesani e dalle commissioni diocesane in carica". In ogni caso, ha spiegato il primate anglicano, tale decisione "avrà implicazioni molto importanti. I vescovi della Comunione hanno collettivamente riconosciuto che un periodo di cortese restrizione riguardo alle azioni che possono essere contrarie al sentire della Comunione stessa è necessario, se si vogliono mantenere i nostri legami di mutuo affetto".
La nomina di Los Angeles arriva dopo che gli episcopaliani - circa due milioni di fedeli negli Stati Uniti - nel luglio dello scorso anno hanno tolto il bando alla consacrazione di vescovi omosessuali, posto quattro anni fa. Divergenze  su  questo tipo di scelta si erano  verificate  già nel 2003, con la nomina del  primo vescovo omosessuale, Gene Robinson del New Hampshire.



(©L'Osservatore Romano - 7-8 dicembre 2009)
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 3:11 AM.
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com